Emergenza coronavirus

Informazioni di attualità

Stimati associati,

In accordo con il presidente, abbiamo preparato per voi una raccolta con le principali informazioni:

1.Il cantone Ticino ha deciso il 21 marzo una ulteriore serie di misure, quali in particolare, la chiusura dei cantieri e di tutte le attività produttive non indispensabili.Cerchiamo quindi di riassumere per quanto possibile, andando alla fonte delle informazioni:
Nuovi divieti in Ticino, fra i quali la chiusura dei cantieri. Per il decreto clicca qui.
 
2. Con decisione del 20 marzo il Consiglio federale ha emanato una serie di misure a favore delle aziende e degli imprenditori.

Misure della Confederazione atte a sostenere le imprese e il  lavoro ridotto per i titolare ed indipendenti. Leggi qui.

Fideiusioni per la liquidità necessaria alle aziende clicca qui
 
Si potrà ottenere un prestito fino al 10% della cifra d'affari e fino al limite di CHF 500'000 senza troppi problemi. Occorre rivogersi alla prorpria bnca di fiducia. Per cifre più elevate occorre una analisi più precisa. La garanzia è data dalla Confederazione. i titolari potranno avere anche  accesso alla disoccupazione (i dettagli sono attesi per settimana prossima).
 
È stato comunicato che entro mercoledi, la Confederazione avrà elaborato i formulari necessari per svolgere alcune pratiche in relazione  al lavoro ridotto per gli indipendenti ed i titolari e coniugi operativi nelle Sagl e SA. Queste informazioni saranno pubblicate qui. Vi informeremo appena avremo conoscenza di questi dettagli.
 
3.Obbligo di protezione da parte del datore di lavoro la SECO ha elaborato una lista di controllo per il lavoro nei cantieri: scaricabile qui.e delle direttive per la protezione della salute sul posto di lavoro: scaricabile qui
 
4.Esami di fine tirocinio: I partner della formazione si stanno organizzando per l'insegnamento a distanza e per gli esami di fine tirocinio ed hanno per questo eleborato direttive comuni
Al momento non si possono dare indicazioni piè precise: qui per maggiori informazioni a livello federale:
 
5.SUVA, AVS-AI-IPG-AD, IVA, concedono dilazioni di pagamento per gli oneri sociali e fino al 31.12.2020 non preleveranno interessi di mora.
 
6.Compensazione delle ore in eccesso: di principio il lavoratore non è tenuto ad accettare che le ore in eccesso vengano compensate con le assenze.
 
7.Pagamento dei salari
In caso di malattia, ad es. il medico dichiara che il lavoratore non è in grado di lavorare, l'obbligo di continuare a pagare i salari è regolato dall'art. 24 CCL (salari in caso di malattia).
Come sempre, le malattie devono essere segnalate all'assicurazione malattia giornaliera.       
Inoltre, si applicano le norme relative al pagamento continuo dei salari da parte del datore di lavoro ai sensi dell'articolo 324 bis.
 
8.Se il datore di lavoro rinuncia volontariamente al lavoro svolto dai dipendenti, i salari concordati devono continuare a essere pagati. Lo stesso vale se è stata ordinata l'auto-quarantena. Questo non può essere risolto con un'assicurazione d'indennità giornaliera in caso di malattia.
Lo stesso vale se l'autorità competente ha una misura di quarantena nei confronti di un dipendente ai sensi della legge sull'epidemia o se il dipendente deve rimanere a casa perché è particolarmente a rischio.
 
9.Se il dipendente vuole stare lontano dal lavoro di propria iniziativa, non vi è alcun diritto al salario per assenza.
 
10.Ore in eccesso e ferie
In linea di principio, i dipendenti non devono accettare un ordine unilaterale dal datore di lavoro per compensare le ore in eccesso o fare una vacanza di breve durata.Tuttavia, ci sono alcune indicazioni che le circostanze straordinarie attuali giustificano anche misure straordinarie tra datori di lavoro e dipendenti. Raccomandiamo di chiarire tutte le opzioni operative (vacanze a breve termine o indennità in accordo con i dipendenti / eventuali compensi successivi per l'assenteismo, ecc.).Si raccomanda inoltre di registrare l'assenteismo per i quali avete l'obbligo di pagare i salari separatamente.